martedì 26 ottobre 2010

VENDEMMIA 2010: ROBERTO BIANCHI, VAL DELLE CORTI, saggezza, coesione , realismo

Non sono qui per parlare di vini buoni o non buoni. Per fortuna le guide se ne sono accorte e gli appassionati  consumatori pure, i vini di Roberto trasmettono qualità e verità. Voglio invece cercare di farvi partecipi dello spirito di comunanza che lega questi produttori di Radda e la loro visione concreta, onestamente spietata nel giudicare un annata "balorda", dove c'è veramente da lottare contro tutto e tutti. Molti di loro sono piccoli,  vicini, non hanno rivalità, sentono il successo di uno come veicolo per il successo di tutto il gruppo di produttori della zona. Quindi collaborazione e scambio di opinioni, di lavoro, di esperienze, più che gelosie.
Ecco qualche pensiero a ruota libera di Roberto Bianchi, subito dopo una piacevole ora di vendemmia passata insieme, prima che la pioggia ci costringesse a ripiegare in cantina. Insieme spalla a spalla a lavorare con Riccardo Lanza che sentiremo dopo. Intanto Roberto:
"L'annata 2010 è un annata difficilissima. Chi riesce a fare selezioni spietate, ha la fortuna di avere appezzamenti ben aereati e alti (Montevertine, Monteraponi e Poggerino, per esempio - ndr) farà delle belle cose. In queste vendemmie si vede chi ha stoffa e chi no, nelle buone annate sono bravi tutti. Adesso bisogna vedere cosa succede nel corso della fermentazione. Un anno sbilanciato fin dall'inizio, fin da maggio, già in fase di allegagione: in alcune zone non ha preso, in altre ha preso male. E' stato tutto in salita e lo è tuttora, visto che siamo sotto la pioggia e fa un freddo becco. Vediamo, riparliamone a svinatura. Non sarà un'annata da macerazioni illitate come ci piace fare qui, bisognerà stringere i tempi perchè in molte viti le bucce hanno già dato. Ci salveremo con le microfermentazioni nelle particelle migliori. Non è un'annata da Riserva, non uscirà la Riserva 2010. Metterò da parte una selezione, in annate come questa reimmetto la selezione per la Riserva sul Chianti Classico base. Meglio fare un Chianti Classico buono che una Riserva non convincente. In generale sospensione di giudizio, bisogna vedere cosa succede, una delle annate più difficili delle ultime dieci (Michele Braganti la paragona al 2008, ndr)."

Anche un giudizio volante di Riccardo Lanza, Il Pruneto. Tra il sarcastico, l'augurale, il (quasi) realistico e l'auto-promozionale, getta un po' di acqua sul fuoco:
"Una vendemmia con una prospettiva catastrofica si sta risolvendo in una grande vendemmia".
Pagato dall'Unione Italiana Vini, ironizza Roberto :-)))
Ecco il simpatico video, tra un'operazione di scarico e un rimontaggio, mentre fuori piove a dirotto:

mercoledì 20 ottobre 2010

VENDEMMIA A MONTERAPONI 2010: "Per i miracoli ci stiamo attrezzando"

13 ottobre 2010, Monteraponi, Radda in Chianti, 490 mt s.l.m. - In vigna con Michele Braganti, un'ultima occhiata prima della vendemmia. Vigna ben esposta (pochissima botrite), ma quest'anno ha subito attacchi a raffica, soprattutto grandine e peronospera. L'andamento climatico ha impedito la piena maturazione fenolica delle uve. Sarà un'annata interlocutoria, dopo molte valide annate per il sangiovese chiantigiano (2004-2006-2007-2009). 
Questa in video è la Vigna Alta, quella che da la maggior parte delle uve sangiovese necessarie per il cru, Chianti Classico Riserva Baron'Ugo. Defilato, un piccolo appezzamento di merlot, vinificato in purezza già da un paio d'anni e di prossima uscita (prima annata 2008)




Uve bianche appese, in attesa di diventare Vin Santo del Chianti. Sarà la prima uscita, ma per vedere le bottiglie in commercio ci saranno da aspettare non meno di 6 anni, forse anche 8. Sarà interessante seguire l'evoluzione di questi due caratelli nel tempo...




Baron'Ugo in vasca, vendemmiato da un giorno. Un piacevole succo d'uva che diventerà con ogni probabilità il vino di punta anche nell'annata 2010.



Michele ragiona di annate. La 2009 è annata eccezionale, paragonabile e addirittura meglio della 2007. 2008 e 2010 annate interlocutorie ("del caxxo"). Non manca una frecciatina finale sulle "stelle facili"...

venerdì 15 ottobre 2010

Non male SlowWine Toscana 2011, per esempio...

animalinelmondo.com
Consentitemi intanto una battuta autobiografica: quando facciamo le nostre bevute sono sempre l'ultimo che si alza da tavola, resto a snasare il bicchiere, a valutare un punteggio o un descrittore finchè il ristoratore (esasperato) non mi manda fuori "a calci". A chi mi prende in giro per questo rispondo scherzando che "a Slow Food non mi vogliono perchè sono troppo lento anche per loro"! ;-))
Fra l'altro, sono della contrada della Chiocciola, sembra quasi un destino quello di essere slow...
La Chiocciola, contrada del Palio
Torniamo a noi e vediamo cosa hanno selezionato per Slow Wine Toscana. Controllando bene l'elenco toscano complessivo, diviso per zone, noto con grande piacere che le quattro aziende raddesi di maggior valore (tutto è soggettivo ma questo forse lo è un po' di meno) sono tutte presenti. Cari amici e produttori super-affidabili che seguiamo con rispetto e passione, con contatti spesso quotidiani. Loro quattro e solo loro... Possiamo dire che l'avevamo detto? O magari ci hanno copiato?! ;-)
Sono anche presenti i Brunello Riserva de Le Chiuse di Sotto, Franco Pacenti e Tenuta di Sesta (ma non Le Macioche, secondo me nettamente migliore di altri inseriti), da tempo individuati come belle espressioni territoriali, eccellenze a prezzo corretto e con gestione di vigna e cantina assolutamente apprezzabile. E' vero, mancano altre valide realtà eticamente da salvaguardare, ad esempio Podere Erbolo azienda che mi azzarderei a definire Slow fin dalle dichiarazioni d'intenti. E che Caparsa meritava ben di più, non solo lo Slow, ma un doppio Slow! :-) Ma ci sono molti piccoli produttori validi: Montenidoli, Mattia Barzaghi, Stefano Amerighi, I Fabbri... Mancano diversi Vin Santo di eccellenza assoluta, perlomeno Le Frascole e Avignonesi. Manca anche Soldera, ma è un'assenza generalizzata a tutte le guide, AIS a parte. Armando Castagno è andato direttamente in azienda a valutare il campione da botte ed è così che bisognerebbe fare. Al limite acquistando annata in commercio in enoteca, sempre meglio che lasciare fuori delle eccellenze mondiali da un repertorio che deve essere completo, pena l'erosione (piccola quando le assenze sono poche) di autorevolezza... Avignonesi e Soldera sono "semplicemente" i due punti di riferimento imprescindibili su Siena per ogni appassionato MONDIALE di vino, assieme a Biondi Santi.
Ci sono anche dei nomi un po' banali e forse non sempre espressione verace di un territorio e magari mancano realtà di assoluto approccio Slow come Massa Vecchia, Campinuovi, I Botri, Le Cinciole, Colleoni, etc.
Mancano però anche molti "grandi vini" da commercio che altre guide hanno inserito allegramente, e questo è un gran bene... 
Adesso sono curioso di leggere le schede, perchè non si può fare la sintesi di tutto sempre e comunque, limitandoci ai quadri sinottici finali (i cosiddetti premi): bisogna capire meglio cosa c'è dietro ad anni di lavoro del produttore e ai mesi di indagine conoscitiva del selezionatore competente e intellettualmente onesto (e questo deve essere un punto fermo imprescindibile). La medaglia lasciamola al produttore, lui ne sarà certamente ben felice: gli consentirà di vendere meglio (il che non guasta) visto che anche un grande vignaiolo etico non campa d'aria (questo ricollegandoci anche al discorso sui G.A.S.P.). Dicevo, premi a parte, occupiamoci di capirlo meglio, di andarlo a conoscere, di fare assaggi da botte, organizzare con lui una verticale del suo vino di punta e, infine, amare il suo modo di lavorare e di produrre.
Ecco l'elenco totale dei premi toscani: ELENCO TOSCANA

Bolgheri – Le Macchiole C  
Bolgheri – Tenuta dell’Ornellaia B  
Bolgheri – Tenuta San Guido B  
Bolgheri Sassicaia 2007 – Grande Vino  
 Castagneto Carducci – Grattamacco B  
Bolgheri Sup. Grattamacco 2007 – Grande Vino
 Castagneto Carducci – I Luoghi C  
Bolgheri Sup. Campo al Fico 2007 – Vino Slow  
Castellina Marittima – Castello del Terriccio B  
Capannino 2008 – Vino Quotidiano Castiglione della Pescaia – 
Cacciagrande Monteregio di Massa Marittima Rosso 2009 – Vino Quotidiano  
Cinigiano – Collemassari B  
Fosdinovo – Podere Lavandaro  
Vermentino Colli di Luni 2009 – Vino Slow    
Fosdinovo – Podere Terenzuola G  
Giglio Castello – Altura C  
Grosseto – Alberese G  
Grosseto – Fattoria Le Pupille B  
Grosseto – Poggio Argentiera  
Morellino di Scansano Capatosta Ris. 2008 – Grande Vino  
Lucca – Fabbrica di San Martino G  
Colline Lucchesi Arcipressi Rosso 2009 – Vino Slow  
Lucca – Fattoria Colle Verde  
Colline Lucchesi Terre di Matraia Rosso 2008 – Vino Quotidiano  
Lucca – Tenuta di Valgiano C  
Colline Lucchesi Tenuta di Valgiano 2007 – Grande Vino  
Lucca – Terre del Sillabo B  
Magliano in Toscana – Col di Bacche 
Cupinero 2008 – Grande Vino  
Massa Marittima – Morisfarms B  
Avvoltore 2007 – Grande Vino  
 Montecarlo – Enzo Carmignani  
Montecarlo Bianco 2009 – Vino Quotidiano  
Montecarlo – Fattoria di Montechiari  
Montechiari Cabernet 2007 – Grande Vino  
Orbetello – La Parrina G  
Parrina Bianco 2009 – Vino Quotidiano  
Orbetello – La Selva  
Ciliegiolo 2008 – Vino Slow  
Corato – Santa Lucia  
Morellino di Scansano Torre del Moro 2008 – Vino Quotidiano  
Poggi del Sasso – Salustri CB  
Montecucco Sangiovese Grotte Rosse 2007 – Grande Vino
Portoferraio – Acquabona  
Aleatico dell’Elba 2007 – Vino Slow  
Riparbella – Caiarossa C  
Seggiano – Castello di Potentino B  
Montecucco Rosso Sacromonte 2007 – Vino Slow  
Suvereto – Bulichella  
Val di Cornia Rubino 2009 – Vino Slow  
Suvereto – I Mandorli  
Vigna alla Sughera 2008 – Vino Slow  
Suvereto – Russo  
Val di Cornia Ceppitaio 2009 – Vino Quotidiano  
Suvereto – Tua Rita B  
Giusto di Notri 2008 – Grande Vino
 Bagno a Ripoli – Petreto  
Podere Sassaie 2009 – Vino Quotidiano  
Carmignano – Fattoria Ambra B  
Carmignano Santa Cristina in Pilli 2007 – Vino Quotidiano  
Carmignano – Fattoria di Bacchereto Terre a Mano C  
Dicomano – Frascole CG  
 Chianti Rufina Frascole 2008 – Vino Quotidiano  
Firenze – Marchesi Antinori  
Tignanello 2007 – Grande Vino  
Pontassieve – I Veroni B  
Chianti Rufina 2008 – Vino Quotidiano  
Rufina – Fattoria Selvapiana C  
Chianti Rufina Bucerchiale Ris. 2007 – Grande Vino  
Rufina – Podere Il Balzo  
Chianti Rufina Podere Il Balzo 2007 – Vino Quotidiano  
Barberino Val D’Elsa – Castello di Monsanto B  
Chianti Monrosso 2008 – Vino Quotidiano  
Chianti Classico il Poggio Ris. 2006 – Vino Slow  
Barberino Val d’Elsa – Isole e Olena B  
Cepparello 2007 – Vino Slow 

 Castellina in Chianti – Fattoria Rodano C  
Castellina in Chianti – Villa Pomona G  
Chianti Classico 2008 – Vino Slow  
Castelnuovo Berardenga – Fattoria di Fèlsina CB  
Chianti Classico Rancia Ris. 2007 – Grande Vino  
Castelnuovo Berardenga – Villa di Geggiano  
Chianti Classico Ris. 2007 – Grande Vino  
Gaiole in Chianti – Badia a Coltibuono  
Vin Santo del Chianti Classico Occhio di Pernice 2003 – Vino Slow  
Gaiole in Chianti – Castello di Ama B  
Chianti Classico 2007 – Vino Slow  
Gaiole in Chianti – Castello di Cacchiano  
Chianti Classico Ris. 2006 – Vino Slow
 Gaiole in Chianti – La Porta di Vertine  
Chianti Classico Ris. 2007 – Vino Slow  
Gaiole in Chianti – Riecine C  
Chianti Classico Ris. 2006 – Grande Vino  
Gaiole in Chianti – Rocca di Castagnoli
Gaiole in Chianti – San Giusto a Rentennano B  
Greve in Chianti – Altiero  
Chianti Classico Altiero 2008 – Vino Quotidiano  
Greve in Chianti – Castellinuzza e Piuca  
Chianti Classico 2008 – Vino Quotidiano  
Greve in Chianti – I Fabbri G  
Greve in Chianti – Querciabella CB  
Camartina 2007 – Grande Vino  
Monteriggioni – Fattoria Lornano G  
Panzano in Chianti – Castello dei Rampolla B  
Sammarco 2006 – Vino Slow  
Panzano in Chianti – Fontodi CB 
 Chianti Classico Vigna del Sorbo Ris. 2006 – Grande Vino  
Panzano in Chianti – Il Palagio G 
Chianti Classico 2008 – Grande Vino  
Panzano in Chianti – Monte Bernardi C  
Panzano in Chianti – Vecchie Terre di Montefili  
Chianti Classico Ris. 2006 – Grande Vino  
Poggibonsi – Fattoria Ormanni  
Chianti Classico Borro del Diavolo Ris. 2006 – Vino Slow  
Radda in Chianti – Caparsa Rosso di Caparsa – Vino Quotidiano  
Radda in Chianti – Monteraponi B  
Chianti Classico Il Campitello Ris. 2007 – Vino Slow  
Radda in Chianti – Montevertine CB  
Pergole Torte 2007 – Grande Vino  
Montevertine 2007 – Vino Slow  
Radda in Chianti – Val delle Corti CG 
Chianti Classico 2007 – Grande Vino  
San Casciano in Val di Pesa – Corzano e Paterno C  
San Casciano in Val di Pesa – Fattoria Poggiopiano 
Chianti Poggiopiano 2009 – Vino Quotidiano  
San Casciano in Val di Pesa – Solatione 
Chianti Classico Ris. 2007 – Vino Slow 
San Casciano in Val di Pesa – Villa del Cigliano G  
Chianti Classico 2008 – Vino Slow  
San Casciano in Val di Pesa – Villa Montepaldi G  
San Pancrazio – Fattoria San Pancrazio  
Chianti San Pancrazio 2008 – Vino Quotidiano

Arezzo – Fattoria di Gratena  
Chianti Gratena 2007 – Vino Quotidiano  
Bucine – Fattoria Migliarina G  
Cavasonno 2007 – Vino Slow  
Cavriglia – Tenuta San Jacopo G  
Cortona – Stefano Amerighi C  
Laterina – Tenuta Vitereta  
Chianti Lo Sterpo 2008 – Vino Quotidiano  
Mercatale valdarno – Petrolo B  
Galatrona 2008 – Grande Vino  
Montalcino – Baricci CG  
Montalcino – Biondi Santi Tenuta Il Greppo B 
 Brunello di Montalcino Ris. 2004 – Grande Vino  
Montalcino – Brunelli Le Chiuse di Sotto B  
Brunello di Montalcino Ris. 2004 – Vino Slow  
Montalcino – Canalicchio Franco Pacenti G  
Brunello di Montalcino Ris. 2004 – Vino Slow  
 Montalcino – Canalicchio di Sopra  
Brunello di Montalcino Ris. 2004 – Vino Slow  
Montalcino – Cerbaiona B  
Montalcino – Col d’Orcia B  
Montalcino – Fattoi CG  
Brunello di Montalcino Ris. 2004 – Vino Slow  
Montalcino – Fornacina  
Brunello di Montalcino Ris. 2004 – Vino Slow  
Montalcino – Il Paradiso di Manfredi C  
Montalcino – La Cerbaiola - Salvioni B  
Brunello di Montalcino 2005 – Grande Vino  
Montalcino – La Fortuna B  
Brunello di Montalcino Ris. 2004 – Vino Slow  
Montalcino – La Palazzetta G  
Rosso di Montalcino 2008 – Vino Quotidiano  
Brunello di Montalcino Ris. 2004 – Vino Slow  
Montalcino – Le Chiuse CB 
 Brunello di Montalcino Ris. 2004 – Grande Vino  
Montalcino – Le Presi C  
Montalcino – Lisini  
San Biagio 2007 – Vino Quotidiano  
Montalcino – Pian delle Querci G  
Brunello di Montalcino 2005 – Grande Vino  
Montalcino – Agostina Pieri  
Brunello di Montalcino 2005 – Grande Vino  
Montalcino – Pietroso B  
Brunello di Montalcino 2005 – Grande Vino
 Montalcino – Podere Brizio Rosso di Montalcino 2007 – Grande Vino
 Montalcino – Podere Salicutti  
Brunello di Montalcino Piaggione Ris. 2004 – Vino Slow  
Montalcino – Poggio di Sotto B  
Brunello di Montalcino Ris. 2004 – Grande Vino 
Rosso di Montalcino 2007 – Grande Vino  
.Montalcino – Sesti - Castello di Argiano  
Brunello di Montalcino Phenomena Ris. 2004 – Grande Vino  
Montalcino – Stella di Campalto  
Rosso di Montalcino 2007 – Vino Slow  
Montalcino – Tenuta di Sesta  
Brunello di Montalcino Ris. 2004 – Grande Vino  
Montalcino – Tenuta Il Poggione  
Brunello di Montalcino Vigna Paganelli Ris. 2004 – Vino Slow  
Montalcino – Tenuta Le Potazzine  
Rosso Le Potazzine 2007 – Vino Quotidiano  
Montalcino – Terre Nere G  
Rosso di Montalcino 2007 – Vino Quotidiano  
Montepulciano – Boscarelli C  
Montepulciano – Dei B  
Nobile di Montepulciano Bossona Ris. 2006 – Vino Slow  
Montepulciano – Fattoria Le Casalte C  
Montepulciano – Godiolo  
Nobile di Montepulciano Ris. 2003 – Vino Slow  
Montepulciano – Poderi Sanguineto I e II  
Nobile di Montepulciano 2007 – Vino Slow  
Montepulciano – Poliziano B  
Montepulciano – Valdipiatta  
Rosso di Montepulciano 2008 – Vino Quotidiano  
San Gimignano – Mattia Barzaghi  
Vernaccia di San Gimignano Impronta 2009 – Vino Quotidiano  
San Gimignano – Vincenzo Cesani  
Vernaccia di San Gimignano 2009 – Vino Quotidiano  
San Gimignano – La Lastra B  
San Gimignano – Montenidoli CB  
Il Templare 2006 – Vino Slow  
San Gimignano – Panizzi  
Vernaccia di San Gimignano Evoè 2007 – Grande Vino  
San Gimignano – San Quirico G  
San Gimignano – Tenuta Le Calcinaie 
 Vernaccia di San Gimignano Vigna ai Sassi Ris. 2007 – Grande Vino  
Sarteano – Tenuta di Trinoro B  
Tenuta di Trinoro 2008 – Grande Vino  
Terranuova Bracciolini – Paterna G